Magazine

Cucciddatu o cuddureddu? Parliamo del Buccellato

Buccellato

Il Buccellato siciliano è un dolce (dal latino buccellatum, pane trsformato in buccelli, piccoli bocconi, sbocconcellato, cucciddatu e cuddureddu in dialetto siciliano) ci preannuncia le festività natalizie.

Questo dolce è fatto con ingredienti semplici, genuini e naturali, come la pastafrolla stesa a sfoglia spessa e farcita, con un impasto di fichi secchi, uva passa, mandorle, noci tritate, scorzette di arancia candite e cioccolato fondente puro.

La farcia del Buccellato siciliano viene poi avvolta dalla pastafrolla con disegni che assumono forme quali ciambella, cuore o panetto o bocconcini, queste forme vengono cosparse nella parte superiore con del miele o zucchero a velo e frutta candita, successivamente infornate.

Il Buccellato siciliano ha un segreto che sta principalmente nell’utilizzo di prodotti di qualità come i fichi secchi quelli incannati, uva passa di Pantelleria, cioccolato di Modica, mandorle, noci e pistacchi dell’Etna.

Stayfood.it

Scopri i prodotti tipici, tradizionali e di nicchia, della gastronomia italiana, prodotti dalle abili mani artigiane dei produttori locali, vai su Stayfood.it/shop e gusta l’eccellenza

 

Il Buccellato possiamo dire che è un trionfo di gusto per il palato e per la vista che, nasce dai tempi dei romani, per poi essere affinato o meglio arricchito nel gusto dagli arabi e dai toscani.

Vediamo, dunque, che il Buccellatum ai tempi dei romani era composto da pane diviso in pezzetti da “sbocconcellare” durante le feste oppure dato ai gladiatori prima degli scontri nell’arena. Successivamente, sotto la dominazione araba, questa eccellenza gastronomica trova l’aggiunta di frutta secca, uva appassita, cedri e fichi secchi.

Il Buccellato è anche un dolce toscano, come accennato, e più precisamente lucchese, dolce per l’appunto ripieno di frutta secca. Si narra che nel periodo medioevale nel quartiere Loggia di Palermo vi fosse una buona rappresentanza di lucchesi che cominciò a diffondere il Buccellato di frutta secca e da quel momento, questo dolce targato “Trinacria” è divenuto un’icona gastronomica su scala mondiale e che ha consolidato il brand made in Sicily.

Oggi il Buccellato siciliano è preludio alle festività natalizie, la cui produzione comincia il primo di Novembre e ci accompagna fino all’Epifania.

 

Commenti

Commenti

You Might Also Like