Rubrica Agroalimentare

Bureau Veritas: qualità e sicurezza al servizio del consumatore

L’Italia è il paese che più di ogni altro pone l’attenzione sul fattore della sicurezza alimentare, quale leva che ha reso famoso il settore Agroalimentare ed Enogastronomico italiano.

Tuttavia, la sicurezza alimentare rappresenta una forma di garanzia per il consumatore che, oggi più che mai, è consapevole, competente e ben informato su ciò che acquista, alla ricerca di prodotti che rispondano a determinati requisiti, talvolta strategici, tra questi: la qualità e la sicurezza nel consumo dei prodotti alimentari.

Tali condizioni spingono i produttori e gli attori dell’agroalimentare italiano ad investire risorse e sinergie per ottimizzare gli standard qualitativi, che rappresentano, perlopiù, un fattore strategico finalizzato al consolidamento del Made in Italy e l’apertura di nuovi mercati di sbocco, per un miglior posizionamento in un contesto globale.

L’Italia vanta la presenza dei più importanti enti di certificazione alimentare, che lavorano in prima linea per testare, verificare e certificare i produttori dell’agroalimentare italiano e la qualità intrinseca del relativo cesto di prodotti, i quali vengono sottoposti a rigidi controlli che ne appurano la coerenza rispetto agli standard previsti dalle normative comunitarie e l’idoneità al consumo.

Tra gli enti menzioniamo Bureau Veritas, uno tra i principali attori nel contesto della certificazione alimentare, che negli ultimi anni ha posto l’attenzione verso settori ad alta specializzazione ed in continua evoluzione.

Bureau Veritas certifica, infatti, dei prodotti destinati ad un mercato importante, che implica un livello di specializzazione e di competenza di assoluta rilevanza, affinchè rispondano alle prescrizioni della religione islamica (certificazione Halal).

Dunque, Bureau Veritas ha messo a disposizione dei partner il proprio “Know How”, certificando dei prodotti che rispettino i dettami coranici, quindi destinati ad un bacino di consumatori di fede Islamica.

Tale iniziativa ha generato lo spunto per consolidare i rapporti e la fiducia delle comunità religiose verso chi produce e chi ne certifica i prodotti, nel rispetto delle singole culture o/e religioni.

Recentemente Bureau Veritas ha aperto le porte ad un nuovo settore in rapida evoluzione, quello Vegano, lanciando una vera e propria sfida nel contesto alberghiero, ovvero consentire all’operatore della cucina tradizionale italiana di coniugare i fondamenti della cucina vegana con la tradizione culinaria napoletana e campana, in funzione degli eccelsi standard di qualità e sicurezza alimentare.

Il Grand Hotel Moon Valley di Seiano è entrato nella ristrettissima cerchia di Hotel che hanno basato e consolidato la propria mission in ambiente vegano, affidando ad un soggetto terzo, come Bureau Veritas, la funzione di verificare la coerenza di questa mission.

La IVegan ha, infatti, riconosciuto al Grand Hotel Moon Valley la certificazione vegana, dunque una garanzia tra i servizi offerti dall’Hotel ed i punti focali della disciplina vegana.

Pertanto, il riconoscimento della certificazione vegana passa attraverso un percorso formativo del personale alberghiero e degli operatori della cucina, rispettando i capisaldi della filosofia vegana.

Gli enti di certificazione come Bureau Veritas restituiscono un valore aggiunto ai prodotti alimentari italiani, poiché ne verificano la qualità intrinseca e rappresentano una garanzia per i consumatori, rafforzando l’immagine del Made in Italy.

Commenti

Commenti

You Might Also Like