Nutriscienza

Castagne, prezioso alimento autunnale dalle ottime qualità nutritive

castagne

Tipico frutto autunnale, le castagne possiedono ottime proprietà nutritive. Sino a qualche decennio fa rappresentavano la base dell’alimentazione quotidiana delle popolazione di montagna.

Le castagne contengono tantissimi minerali come sodio, utile alla digestione, calcio, fosforo, che collabora alla costituzione del tessuto nervoso, magnesio, che agisce sulla rigenerazione dei nervi, ferro, potassio, elemento utile per rinforzare i muscoli, zinco, rame e manganese. Sono, inoltre, ricche di vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6, B9, utile per la sintesi del DNA e per la produzione di globuli rossi, e vitamina C, importante per le sue proprietà antiossidanti molto utili per contrastare l’attività dei radicali liberi.

Le castagne sono molto digeribili e, grazie al loro alto contenuto di carboidrati, sono particolarmente indicate per dare un senso di sazietà. Rappresentano un valido ricostituente per chi soffre di stanchezza cronica e mancanza di concentrazione dovuta a stress. Le castagne non contengono glutine e hanno un valore nutritivo simile a quello dei cereali. Grazie a queste importanti caratteristiche sono molto indicate in caso di celiachia.

La produzione di castagne e marroni è ampiamente diffusa in tutto il territorio italiano e molte tipologie di castagne e marroni hanno ricevuto il riconoscimento dell’IGP (Indicazione Geografica Protetta) e della DOP (Denominazione di Origine Protetta) a livello europeo, a testimonianza dell’alta qualità della produzione italiana.

Tra queste le più note sono la castagna di Montella IGP, proveniente dalla zona di Montella, nell’avellinese. E’ considerata tra le migliori qualità italiane di questo prodotto ed è particolarmente adatta alla preparazione delle caldarroste, marmellate e farine.
Molto conosciuta anche la castagna di Cuneo IGP, commercializzata fresca e secca, secondo un antico processo. Le castagne vengono essiccate in particolari strutture in muratura, sfruttando l’azione lenta del fuoco.

La castagna di Vallerano è, invece, iscritta nel registro delle Denominazioni di Origine Protetta. Questo tipo di castagna è adatta al consumo fresco e all’utilizzo per primi e secondi. Ottimi sono, inoltre, i liquori preparati con questa preziosa varietà di castagna.

Commenti

Commenti

You Might Also Like