Ricette

Doppia cottura: il segreto dei cantucci

Cantucci

I cantucci sono dei biscotti tipici della Toscana, tradizionalmente gustati insieme al Vin Santo e caratterizzati da una doppia cottura che ne biscotta tutti i lati in modo uniforme rendendoli piacevolmente croccanti.

La prima comparsa in un documento ufficiale risale al 1691, quando il dizionario dell’Accademia della Crusca ne registra la definizione descrivendoli come un “biscotto a fette, di fior di farina, con zucchero e chiara d’uovo”; l’aggiunta delle mandorle era inizialmente una variante locale che si affermò come ricetta classica nella seconda metà del XIX secolo.

Ingredienti:

  • 280 g di zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale
  • 4 g di lievito in polvere
  • 100 g di burro
  • 250 g di mandorle non spellate
  • 500 g di farina 00
  • 4 uova medie intere e 1 tuorlo
  • 1 uovo per spennellare

Preparazione

Per prima cosa è necessario tostare per 3 o 4 minuti le mandorle nel forno preriscaldato a 190° e poi lasciare che si freddino.  Mettete il burro a fondere in un pentolino e nel frattempo unite le uova intere, il tuorlo, il pizzico di sale e lo zucchero mescolando fino a finché il composto non diventerà spumoso e quasi bianco. Aggiungete il burro fuso alla crema di uova e zucchero, mescolate e versate a poco a poco la farina setacciata e mischiata al lievito.

L’impasto diverrà via via più corposo fino a essere morbido e leggermente granuloso, a questo punto si possono unire le mandorle fredde e procedere a modellare il composto dandogli la forma di due filoncini di circa 30 cm e spennellateli con l’uovo sbattuto. Potete farne più d’uno se desiderate ottenere biscotti più piccoli. Infornate su una placca ricoperta di carta forno per circa 20 minuti in forno preriscaldato a 190°, dopodiché sfornateli,lasciateli raffreddare per qualche minuto e poi tagliateli in diagonale dando uno spessore di circa 1/1,5 cm. Infine, mettete nuovamente le fette tagliate in forno per 10 o 15 minuti a 170° gradi.

Commenti

Commenti

You Might Also Like