Nutriscienza

Gli alimenti “alleati” del sonno

Per il nostro benessere psicofisico non è importante solo il numero di ore che dedichiamo al sonno ma anche la qualità dello stesso. Dormire male, svegliarsi e agitarsi continuamente sono tutti episodi che caratterizzano le notti di chi soffre di insonnia, un disturbo che determina stanchezza, stress e ansia durante il giorno.

L’insonnia dipende da tanti fattori, non meno importante è l’alimentazione. La digestione gioca un ruolo fondamentale in quanto coinvolge tante parti del nostro organismo, influendo sulla qualità del riposo. Andare a dormire con la pancia troppo piena significa sovraccaricare di lavoro gli organi, impedendo al nostro fisico di riposare correttamente, lo stesso discorso vale se si va a dormire digiuni.

È importante dunque trovare una via di mezzo e consumare cibi considerati alleati del sonno che permettono di dormire rilassati e tranquilli.

Alleati del sonno:
Tra i cibi amici del sonno troviamo quelli ricchi di magnesio, un minerale che spesso manca quando si vive una vita molto frenetica, e quelli contenenti triptofano, una sostanza che aumenta i livelli di serotonina e melatonina, l’ormone che induce sonnolenza.
Ecco i cibi alcuni cibi che favoriscono il sonno:

  • La lattuga risulta essere un alimento particolarmente rilassante, ricca di acqua, vitamine e sali minerali ha ottime proprietà depurative e la presenza di principi amari la rende una verdura calmante, adatta per essere consumata durante la cena, anche cotta;
  • L’avena è un cereale ricco di vitamine e zinco che rafforza il sistema nervoso e rappresenta un aiuto alimentare per chi vive periodi di stress;
  • Formaggi freschi come latte, ricotta e yogurt, sono ottime fonti di triptofano e inducono al rilassamento. La stessa cosa però non avviene con i formaggi stagionati che, al contrario, rendono più difficile la digestione causando insonnia;
  • Basilico, maggiorana e origano hanno effetti calmanti e digestivi, quindi possono essere consumati tranquillamente anche a cena;
  • Tisane di camomilla, melissa o biancospino hanno effetto sedativo e stimolano il sonno.

Nemici del sonno:
Tra i cibi che causano insonnia troviamo gli alimenti contenenti tiramina, una sostanza che stimola l’adrenalina e la dopamina facendoci sentire più attivi ed energici.
Da evitare sono sicuramente:

  • Gli insaccati e i cibi ricchi di sale in quanto impediscono il rilassamento muscolare;
  • La frutta secca perché contiene un alto livello di proteine vegetali e acidi grassi, che danno molta energia ma sono difficili da digerire, meglio consumarla al mattino;
  • Alcolici poiché sovraccaricano di lavoro il fegato causando risvegli notturni continui;
  • Cioccolato perché stimola la noradrenalina che ha effetti eccitanti come il caffè.

Per dormire bene e affrontare con la giusta energia e lucidità i tanti impegni che scandiscono le giornate, è consigliabile quindi consumare una cena leggera, almeno tre ore prima di andare a letto, a base di cibi facilmente digeribili, cotti a vapore, ai ferri e poco conditi: la qualità del sonno sarà sicuramente migliore e le giornate sembreranno più facili da affrontare.

Commenti

Commenti

You Might Also Like