Ricette

Gli spaghetti alla chitarra abruzzesi

Sembrerebbe che nelle regioni dell’Italia centrale e in particolare in Abruzzo sin dal Medioevo si preparassero gli spaghetti alla chitarra, un formato di pasta all’uovo tipico e particolare, che si distingue per la preparazione tradizionale tramandata attraverso le generazioni fino a oggi.

In dialetto abruzzese sono chiamati anche maccarunə o tonnarelli e sono caratterizzati dalla sezione quadrata dello spaghetto che in genere ha uno spessore di due o tre millimetri. Per prepararli viene usato uno strumento con dei fili di metallo, legno o budello, detto appunto chitarra per i fili tesi che servono per tagliare la pasta e che ricordano le corde dello strumento musicale, sul quale si stende la sfoglia di pasta in modo che i fili taglino in sezioni tutte uguali l’impasto.

La preparazione è molto semplice e si avvale di tre soli ingredienti: farina, uova e sale da impastare a lungo fino ad ottenere un panetto omogeneo da tagliare.

INGREDIENTI

  • 400g di farina di grano duro
  • 4 uova
  • sale

PROCEDIMENTO

Setacciate la farina su una spianatoia e formate la fontana, creando un mucchio di farina con al centro una conca in cui mettere il sale, gli albumi e i tuorli delle uova. Con una forchetta sbattete il tutto incorporando pian piano la di farina fino a farla amalgamare completamente alle uova.
Dopodiché impastate con le mani per almeno quindici minuti, fino a creare un panetto omogeneo e liscio che poi avvolgerete nella pellicola trasparente e lascerete riposare per almeno un’ora in un luogo fresco e asciutto.
Una volta trascorso il tempo necessario a fare riposare la pasta senza farla seccare, toglietela dalla pellicola, prendetene una parte e stendetela con un mattarello fino a ottenere una sfoglia di circa cinque millimetri, possibilmente di forma rettangolare in modo che si adatti meglio alla chitarra.
Adagiate la sfoglia sul telaio di legno facendola aderire bene alle corde e poi tagliatela passandoci sopra un mattarello.
Poi procedete allo stesso modo per tutto il resto dell’impasto e lasciate asciugare i vostri spaghetti prima di cuocerli in abbondante acqua salata. Se volete assaggiare gli spaghetti alla chitarra con un sugo tradizionale abruzzese preparate un ragù a base di manzo, maiale e agnello; oppure con altro condimento corposo e ricco che avvolga bene la pasta compatta e al dente. Serviteli abbinati a un buon Montepulciano d’Abruzzo che ne esalterà la pienezza del gusto e il profumo potente.

Commenti

Commenti

You Might Also Like