Magazine, Nutriscienza

Il melograno: fra leggende e proprietà benefiche

melograno

Alla melagrana, frutto conosciuto ed apprezzato sin dall’antichità, sono legate tantissime leggende e tradizioni. Elemento immancabile sulle tavole di Capodanno, la melagrana è considerato simbolo di buon auspicio.
Insieme alla vite e al melo cotogno, la pianta di melograno viene considerata uno dei più antichi alberi da frutta coltivati.

Furono i Fenici a diffondere la pianta di melograno durante i loro viaggi in tutto il bacino del Mediterraneo. Il suo frutto è spesso associato nelle civiltà antiche alla fertilità e fecondità.
Nell’antico Egitto simboleggiava ricchezza e abbondanza, ma soprattutto fertilità e discendenza numerosa.

Nella mitologia greca il melograno era considerato una pianta sacra per Giunone e Venere. Un altro mito ellenico narra che questa pianta fu piantata per la prima volta da Afrodite a Cipro, nell’isola a lei dedicata, donando così il melograno agli uomini.

Per il suo valore simbolico legato alla fertilità e alla ricchezza le spose romane intrecciavano tra i capelli rami di melograno.

Il melograno era apprezzato anche per le sue virtù ed i suoi benefici. Ippocrate, ad esempio, lo consigliava come coadiuvante per il trattamento di diverse malattie e come rimedio contro la febbre.

I principali benefici di questo frutto riguardano la presenza di numerosi antiossidanti, utili a contrastare i radicali liberi. Il contenuto di polifenoli e le proprietà antiossidanti del frutto sono addirittura tre volte superiori a quelle del tè verde. Il melograno è inoltre ricco di potassio ed ha una forte azione drenante e diuretica. Contiene, inoltre, manganese, zinco, rame, fosforo, vitamine A, B, C, E e K.

Questo fantastico frutto ricco di elementi utili al nostro organismo aiuta anche ad abbassare la pressione sanguigna e grazie alla presenza di potassio è un valido aiuto per la microcircolazione. Le antocianine contenute nel succo di melograno sono in grado di svolgere anche un’azione protettiva nei confronti dei danni da raggi UV.

 

Commenti

Commenti

You Might Also Like