Magazine

Settore alimentare italiano, avanguardia nell’innovazione

Il cibo italiano è considerato, a livello globale, tra i più sicuri, grazie alle normative varate in tema di sicurezza e qualità dalla Comunità Europea.

La tecnologia e i sistemi ingegneristici di produzione svolgono un ruolo chiave che, se messo in relazione ad un processo produttivo adeguato agli standard qualitativi fissati dal mercato, determina un risultato eccellente. Spesso i processi produttivi sono il risultato delle scelte tecniche, messe in atto dai produttori d’impianti per la produzione alimentare.

Le imprese agroalimentari hanno concentrato le proprie sinergie nella progettazione e successiva introduzione nel mercato di cibi ad alto valore aggiunto e contenuto tecnologico, in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori che richiedono: tempi di preparazione snelli, qualità elevata e piacere nel consumo. In quest’ottica troveranno spazio le tecnologie Mild, nell’ambito del cooling & supercooling che, minimizzando i danni termici a livello organolettico e molecolare, mantengono le caratteristiche dei prodotti freschi.

Questa gamma di cibi risponde alle esigenze di praticità e rapidità  dei consumatori definiti Fast Consumer. Questi prodotti ad alto contenuto tecnologico presentano dei problemi di conservabilità e trattamento lungo l’intera filiera produttiva che deve ottemperare alle “Baseline” comunitarie, al fine di eliminare ogni tipo di alterazione chimica e fisica degli item in questione.

Le aziende hanno investito ingenti capitali circa l’implementazione di sistemi logistici di stoccaggio, distribuzione e packaging, ottimizzando le performance, lungo tutta la filiera logistico-produttiva. Il progredire della globalizzazione e delle tecnologie informatiche aumenta in misura sostanziale la domanda di prodotti etnici, in grado di soddisfare i gusti e le tendenze in atto.

I produttori dell’agroalimentare, dunque, dovrebbero concentrare le sinergie sui prodotti innovativi e processi di ingegnerizzazione ed “efficientamento” delle filiere produttive.  Ne consegue una gamma prodotti consona ai requisiti proposti dal mercato.

Commenti

Commenti

You Might Also Like