Eventi e sagre

Invito alla mostra ”Arte&Vino. Gocce d’Identità. Dal Barolo all’introspezione di S. Fareri”

arte

Il 31 maggio prossimo, presso i locali dell’associazione Genova Cultura APS in via Roma 8 (Genova), si svolgerà l’attesissimo opening della mostra Arte&vino. Gocce d’Identità. Dal Barolo all’introspezione di S. Fareri”.

Arte e vino possono sembrare, in un primo momento, come due concetti distanti, invece sono due facce della stessa medaglia: probabilmente perché una certa definizione di arte potrebbe ben adattarsi anche al vino.

Si dice, infatti, arte ciò che, creato dall’uomo con le proprie mani o con le idee, sappia suscitare emozioni: amore, odio, disgusto, simpatia, allegria..arte da contemplare, vino da gustare, arte da gustare, vino da contemplare.

Riconosciamo la presenza dell’arte nella pittura, nella scultura, nella fotografia, nel design, nelle decorazioni e se vogliamo, in realtà, in tutti i campi del sapere umano.

Ma come potremo definire artistica la produzione del vino? Forse la capacità di trasformare l’uva in una bevanda deliziosa che, già dall’antichità, aveva intrinseco un carattere divino.

In questa mostra si potranno ammirare quadri e sculture di Simone Fareri, architetto ed artista genovese che, grazie a una profonda introspezione, sta faticosamente difendendo la ricerca del particolare a discapito dell’omogeneizzazione dell’universale.

La globalizzazione, come sappiamo, ha oramai invaso anche il campo della cultura e dell’arte.

Nelle sue opere, spesso dall’aspetto colorato e piacevole, Simone Fareri lancia un grido di speranza, introducendo spesso piccoli elementi che caratterizzano il quadro e la sua poetica anticonformista.

Alla stessa guisa delle “madeleine” di Marcel Proust, che evocano nello scrittore francese il ricordo dell’infanzia trascorsa con la zia a Combray, così nell’assaggiare e nel degustare un vino si liberano sensazioni e reminescenze che si possono ben associare a quelle evocate da un quadro.

E da questo concetto nasce l’idea di Alessandro Reale, già autore di un libro dal titolo “Arte&vino. Associazioni temerarie di un appassionato”, di dedicare ad ogni opera un breve saggio, che permetta al visitatore di comprendere al meglio le emozioni sprigionate dai quadri e dalle sculture di S. Fareri, associandole alle sensazioni che si vivono nell’assaporare un particolare vitigno.

Un vino dunque, può diventare opera d’arte, da esporre insieme alle sculture e ai quadri di grandi artisti.

In fondo, assaggiando le bottiglie proposte, si percepiranno le fatiche, i sacrifici, l’amore che ogni giorno questi moderni contadini ripongono per produrre un vino eccezionale.

Solo con questa ricerca del particolare, del rispetto della terra e della vite, della passione che fa superare le criticità, si ottiene un vino differente, particolare, unico, ricercato, e perciò entusiasmante, mai banale, come un quadro di Simone Fareri..da godersi contemporaneamente!

Nella mostra, inoltre, saranno esposte le bottiglie di nove tra le più rinomate e importanti cantine italiane:

Inoltre verrà esporta un’opera d’arte, pezzo unico di Alberto Elia Meloni (A.M.C.T. Italia), che ha creato, ad hoc, una bottiglia di vino, da cinque litri, finemente decorata con metalli preziosi e smalti, rappresentante la centralissima piazza De Ferrari di Genova e il simbolo della mostra. Un vero capolavoro da non perdere! Di rara bellezza..

Ulteriori partners tecnici dell’evento sono:

Ci vediamo tutti a Genova, in via Roma 8, dal 31/5 al 14/6 (apertura pomeridiana nei giorni lavorativi).

Arte da gustare, vino da contemplare

Art Director: Alessandro Reale

Infoline: artevinolibro@gmail.com (per info e comunicazioni)

Commenti

Commenti

You Might Also Like