Beverage

L’Amarone, vino dal sapore pieno e con una storia particolare

Vitigni della Valpolicella

Vitigni della Valpolicella

L’Amarone è un vino italiano conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, con una storia molto recente e davvero particolare.

Storia – La prima commercializzazione ufficiale di Amarone è del 1953 e dieci anni dopo, nel 1963, arriva il riconoscimento della DOC. La storia dell’Amarone è molto caratteristica. Questo vino molto particolare nacque infatti per “errore”. Il nome deriva dalla parola “amaro”, utilizzata per distinguerlo dal vino dolce Recioto della Volpolicella, da cui trae origine.
Intorno al 1930 nella Cantina Sociale Valpolicella, nella zona settentrionale della provincia di Verona , in Veneto, venne ritrovata una botte di recioto dimenticata in cantina. Da un assaggio del vino dimenticato si racconta che il capocantina esclamò: “Questo non è un Amaro, è un Amarone”, dando così origine al nome del vino.
Accade praticamente che il recioto continuando a fermentare nelle botti trasformò gli zuccheri in alcol diventando secco.

Metodo di produzione – Sia il Recioto che l’Amarone sono ottenuti da uve appassite di Corvina, Corvinone, Rondinella, Oseleta e Negrara. Raccolte a settembre queste uve vengono lasciate appassire naturalmente in ampie cassette fino a gennaio quando vengono pigiate. La fase in cui vengono lasciate appassire le uve è considerato talmente fondamentale da essere considerato una seconda vendemmia.
La differenza tra i due vini risiede nella fermentazione. Nell’Amarone la trasformazione degli zuccheri in alcol permette di ottenere un vino molto strutturato e dal sapore deciso, pieno e strutturato.

Abbinamenti consigliati – LAmarone della Valpolicella si abbina benissimo con cibi autunnali ed invernali, carni rosse, selvaggina, arrosti, brasati, stracotti e spezzatini. E’ particolarmente consigliato con selvaggina da pelo come cinghiali, cervi e caprioli, accompagnate da funghi o tartufi.

È considerato anche un ottimo vino da conversazione, un “vino da meditazione”, da bere al termine di una cena.

L’Amarone va servito in ampi bicchieri ad una temperatura che può andare dai 18 ai 20 °C.

Commenti

Commenti

You Might Also Like