Beverage

Nascita dell’aperitivo, una storia tutta italiana

aperitivo

Oggi le nostre vite sono sempre piene di impegni ed il tempo a disposizione per stare un po’ con gli amici a chiacchierare si riduce sempre di più. Proprio per tale motivo, negli ultimi anni si è diffusa notevolmente la moda dell’aperitivo: il momento della giornata, dopo gli oneri lavorativi, in cui ci si può rilassare davanti ad un buon drink accompagnato da cibi stuzzicanti.

L’aperitivo ormai è diventato l’appuntamento fisso per gli amici che riescono ad incontrarsi solo a quell’ora dopo il lavoro, per poi tornare dalle proprie famiglie; è l’occasione giusta per incontrare colleghi e parlare di progetti in un’atmosfera meno formale o semplicemente un momento di relax dopo una giornata intensa.

La moda dell’aperitivo, come la conosciamo noi, non è modernissima ma nasce alla fine del ‘700 sotto i portici di Piazza Castello a Torino, dove il signor Antonio Benedetto Carpano inventò il Vermouth, una specie di liquore ottenuto miscelando erbe e spezie varie. Il risultato del suo esperimento fu una bevanda alcolica dal gusto amaro che stimolava le ghiandole dello stomaco, inducendo chi la beveva a mangiare.

Infatti, il termine “aperitivo” deriva proprio dal latino aperitivus “che apre”, indicando una bibita in grado di “aprire” la fame. L’utilizzo di bevande amare per stimolare l’appetito non è però invenzione di Carpano, ma si tratta di un’usanza ancora più antica che risale ad Ippocrate, il quale scoprì che poteva curare l’inappetenza dei suoi pazienti facendogli bere un intruglio, che prese il nome di vinum hippocratu, a base di vino bianco, fiori di dittamo, assenzio e ruta.

Questo spiega come mai ancora oggi molti drink che accompagnano gli aperitivi hanno un gusto amarognolo. Tuttavia, il primo aperitivo torinese, venne gradito e apprezzato a tal punto che piano piano si diffuse anche nelle altre località italiane dove vennero sperimentati nuovi cocktail, cibi di accompagnamento e abitudini, fino ad arrivare alle infinite tipologie di aperitivi che caratterizzano oggi i locali delle nostre città.

Commenti

Commenti

You Might Also Like