Ricette

Panettone di Natale homemade, allacciate i grembiuli e… Impastate!

panettone

Come rinunciare ad una profumatissima e morbidissima fetta di panettone?! Io, napoletana al nord, ho voluto provarci a farlo in casa! E quante prove ho fatto prima di arrivare a questo risultato, del quale sono soddisfatta!

Ci vuole pazienza ed amore per questa ricetta, che prevede un unico impasto e tre lievitazioni! Non vi spaventate! E’ più facile a farsi che a dirsi! Le tre lievitazioni conferiranno elasticità e morbidezza al nostro panettone! E ora…cappellino di Babbo Natale, allacciate i grembiuli e via ad impastare!

INGREDIENTI (per un panettone da 1 kg)

Il Natale è alle porte ed è ora di prepararsi alle feste e alle tavolate in “famiglia”. E’ tempo di panettone, o lo fate in casa o provate i panettoni della gamma Stayfood.it. Il Panettone dell’alta pasticceria sicula, con crema di pregiato pistacchio siciliano e il Panettone B180 con pezzi di cioccolato fondente e preziosa Birra Scura B180 artigianale (prodotta da persone con disagio psichico)

panettone           panettone

 

PREPARAZIONE

In una ciotolina sciolgo il lievito nell’acqua tiepida, insieme ad un cucchiaio di zucchero preso dal totale. Mescolo con 100 grammi di farina manitoba, fino a formare un composto simile ad una pastella, il lievitino, che lascio riposare per una mezz’ora.

Trascorsa la mezz’ora, metto il lievitino all’interno della ciotola della planetaria ed aggiungo le due uova più il tuorlo. Aggiugo anche la fiala all’arancia e l’estratto di vaniglia, le due farine ed aziono la planetaria a velocità medio-bassa.

Appena la farina ed i liquidi si saranno amalgamati, aggiungo lo zucchero restante, il sale ed il miele. Aziono la planetaria a velocità media e mentre è in funzione, metto i tocchetti di burro a temperatura ambiente: aspetto che ogni tocchetto di burro sia incorporato prima di aggiungere il seguente.

Una volta aggiunto tutto il burro, lascio lavorare l’impasto per almeno 20 minuti, fino a quando si staccherà dalle pareti della planetaria. Verso l’impasto ottenuto su una spianatoia infarinata e lo lavoro per dare ancora forza, facendo almeno 5 giri di pieghe a tre.

Lascio lievitare coperto con pellicola e al caldo per 2 ore circa o comunque fino al raddoppio. Mentre lievita, metto in ammollo l’uvetta in una ciotola insieme a un cucchiaio di rhum ed aggiungo dell’acqua fino a coprirla.

Una volta lievitato l’impasto, lo rimetto in planetaria ed aggiungo l’uvetta strizzata e la scorzetta d’arancia candita e lascio lavorare per 5 minuti.

Dopodichè ritorno sulla spianatoia infarinata per dare altri giri di pieghe. Formo poi una palla e lascio lievitare ancora per 2 ore o comunque sempre fino al raddoppio. Ora è giunto il momento della terza e ultima lievitazione, che darà forma al panettone.

Io ho acquistato uno stampo da panettone antiaderente con cerniera apribile, che ho rivestito con carta forno e mi sono trovata molto bene, basta acquisire praticità e ci riuscirete a sformarlo bene, ma se avete timore del postcottura, allora acquistate i classici stampi usa e getta.

Tornando all’impasto, do un ultimo giro di pieghe e formo una palla che posiziono nello stampo e lascio lievitare fino a raddoppio coperto e in un luogo caldo.

Passato il tempo di lievitazione, “scopro” il panettone, in modo che si veli la superficie e nel frattempo riscaldo il forno ventilato a 200° e metto alla base una teglia con dell’acqua, per evitare che si secchi troppo il panettone. Quando il forno raggiunge la temperatura, con una lama pulita formo la “X” in superficie e metto un tocchetto di burro freddo nei quattro tagli che si formeranno.

Inforno il panettone e abbasso la temperatura a 180° e lascio cuocere per 50 minuti. Se la superficie diventa troppo scura, copro con un foglio di alluminio e continuo la cottura: fate la prova stecchino, per evitare che al centro sia crudo.

Cotto il panettone, se usate lo stampo come il mio ecco come procedere: apro la cerniera e capovolgo il panettone su un piatto così da sfilare dal fondo lo stampo. Fatto ciò, lo metto nella sua giusta posizione e lo infilo con due ferri per lavorare a maglia e lo lascio raffreddare capovolto su una pentola per 12 ore.

Se usate lo stampo usa e getta, dovete semplicemente infilare i ferri e capovolgere. E dopo averlo fatto raffreddare, potrete gustare questo meraviglioso panettone!

Commenti

Commenti

You Might Also Like