Ricette

Strudel, uno scrigno di sapori, dolci o salato! Dall’antipasto al dessert!

Strudel

 

Strudel…e ho detto tutto…Strudel, ricetta dolce, ma anche salata.

Strudel: dal tedesco Strudel che significa “vortice” nasce in Ungheria durante il controllo dell’Impero Ottomano dal quale assorbì usanze e peculiarità, anche  proprie del mondo gastronomico, tra queste la preparazione di un dolce tipico che prendeva il nome di “baklava”.

La Baklava era fatto con delle sfoglie sottilissime di pasta, e al loro interno erano racchiusi svariati frutti sia freschi che secchi

In seguito, però, quando l’Ungheria fu conquistata dall’ Impero Asburgico, la ricetta fu rivisitata e venne sostituita la frutta con le sole mele, il nome venne modificato e il dolce fu conosciuto come Strudel

Lo strudel ha un sacco di varianti e lo si può fare con la pasta sfoglia, la pasta frolla, la pasta filo…si può fare dolce o salato…con qualsiasi ripieno e accostamento di ingredienti e sapori, basta solo lasciarsi guidare da ciò che desideriamo in quel momento.

Ho visto la mia mamma fare lo strudel fin da quando ero piccolina; lei si è sempre sbizzarrita nelle combinazioni più succulente e deliziose sia per il fine pasto, sia come piatto salato.

Ma tra tutte la versione che più mi è rimasta impressa, in quanto riscuoteva sempre enormi successoni era lo strudel salato con ricotta, salsiccia e cipolla, dalla quale ho tratto ispirazione per i miei esperimenti.

Custodendo sempre ben impressa la versione “originale”, con tutti i passaggi, le accortezze e i piccoli segretucci della mia super mamma con il tempo ho arricchito, modificato, rivisto questo piatto incredibilmente versatile.

Lo strudel è un piatto che preparo molto spesso, lo vedo come un piccolo scrigno, che una volta aperto regala sorprese ed esperienze visive, olfattive, gustative incredibili; un  tesoro che regali un piccolo momento di gusto, piacere e felicità; tanti ingredienti e sapori diversi che in un solo morso esplodono in bocca.

La mia ultima sperimentazione prevedeva un elenco abbastanza lungo per un ripieno da campioni!!!

Quantità per un rotolo di pasta sfoglia rotonda da 230g.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Difficoltà: facile, veloce.

INGREDIENTI:

Su una placca da forno rivestita di carta forno stendiamo la pasta sfoglia, in una padella scaldiamo la noce di burro e l’olio e facciamo dorare la cipolla tagliata finemente.

Mettiamo in padella le polpettine, la salsiccia a pezzettini e la pancetta, aggiungiamo poi lo zucchero, l’aceto e infine sfumiamo con il vino bianco. Quando il vino è evaporato e la carne inizia a cuocere e prendere colore aggiungiamo anche l’ananas e un bicchiere d’acqua.

Nel frattempo spalmiamo con un cucchiaio la crescenza sulla nostra base di sfoglia tenendone da parte un cucchiaio o due da aggiungere alla nostra padella. Fatto ciò spargiamo sulla base di crescenza le noci tritate e i semi per dare un contrasto croccante.

Riprendiamo la nostra padella, il sugo ormai si starà restringendo, aggiungiamo allora 1 goccio di latte e la crescenza avanzata, mescoliamo per far amalgamare e aggiungiamo le nostre spezie e lasciamo cuocere ancora finché non si asciuga quasi completamente.

Una volta pronto lasciamo intiepidire per non rischiare di rompere la sfoglia. Versare poi il contenuto al centro del nostro rotolo, senza creare cumuli e senza andare troppo vicino ai bordi, altrimenti faticherete a chiuderlo. Io di solito lascio un paio di centimetri dal bordo.

Completiamo il nostro ripieno con le olive a rondelle o intere, i pezzettini di scamorza e la sottiletta per un effetto super cremoso.Strudel

Ora richiudiamo verso il centro i lati della pasta sfoglia fino a sovrapporli leggermente cercando di dare la classica forma di strudel…lasciamo aperte le estremità per evitare che si rompa.

Il mio di strudel  forse non ne ha nemmeno le sembianze, lo so, ma era veramente molto pieno!!!

Strudel

Per dare una doratura ancora più invitante di solito, prima d’informare, spennello la superficie con un uovo sbattuto, diluito con un goccio d’acqua.

Inforniamo il nostro strudel a 200° per 20 minuti, in forno preriscaldato e ventilato; il tempo di cottura può variare in base al forno.

Spero che questa ricettina vi sia piaciuta e vi saluto con un tocco di glassa di aceto balsamico, immancabile per me.

 

Commenti

Commenti

You Might Also Like