Magazine

Tiramisù, un’esplosione di afrodisiaca dolcezza e cremosità!

tiramisu

Tiramisù, pensaci tu!

Zuppa del Duca”
Venne  servito a Cosimo III de’ Medici, allora Granduca di Toscana, uomo amante dello sfarzo, goloso e di buon palato, il quale mostrò di apprezzarlo moltissimo, fino ad esserne insaziabile. In suo onore il dolce venne soprannominato “zuppa del duca”.
Diffusione
La ricetta del dolce partì con il Granduca, lo seguì a Firenze, culla artistica e intellettuale e da li estese i suoi confini oltre ogni limite. Signori e cortigiani, principalmente alla corte di Venezia, arrivarono addirittura ad attribuirvi proprietà afrodisiache.

Divenne così rito irrinunciabile consumare una bella porzione di “zuppa del duca”, prima di ogni incontro amoroso. Fu probabilmente questa particolare qualità a dar impeto e vigoria al sentimento amoroso che ne mutò il nome.

Virtù afrodisiache o eccitanti a parte, una cosa è certa: il Tiramisù è una vera e propria bomba di gusto e di energia grazie al connubio di ingredienti strepitosamente deliziosi e cremosi:

Strati di biscotti savoiardi inzuppati nel caffè e marsala si alternano sostenendo cremosissimi tappeti di cremina al mascarpone, uova e zucchero innalzandosi verso una cima spolverata con una golossissima nevicata di cacao amaro che contrasta con la dolcezza del sostegno…

Chiudete gli occhi, affondate il cucchiaino, riapriteli…e nella speranza di non deludervi troppo vi racconto il mio finto “tiramisù” creato con  “quello che trovo in casa”…

Domenica mattina, allenamento terminato, fame, voglia di dolce, di qualcosa di diverso dalle fette biscottate o cereali della routine.

In casa non ho ingredienti adatti ne per fare una torta ne per dei biscotti.

Apro ogni singolo armadietto e inizio a mettere insieme tutto ciò che alla lontana può ricordarmi un dolce, una ricetta base con cui partire, poi inventerò.

Dunque trovo pavesini, zucchero di canna, cacao e gocce di cioccolato fondente, miele, nocciole.

Nel frigo un barattolo di marmellata e del formaggio spalmabile.

Osservo il piano della cucina e gli ingredienti posti sopra alla rinfusa: inizia a prendere forma l’idea di qualcosa a strati con quei pavesini e il formaggio e il cacao…e…se creassi un tiramisù?!?!?

Ottimo, a lavoro!!!

Ingredienti per: 1 persona o 2

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di riposo: almeno 1 ora

Facilità: estrema

Risultato: successo garantito

INGREDIENTI:

  • 3 pacchetti di pavesini
  • 300g di formaggio spalmabile
  • 2-3 cucchiai di marmellata (si consiglia confettura extra Offidius o Le Tre Terre di Sicilia)
  • 1 cucchiaio di miele
  • 3 di cacao amaro
  • 2 cucchiai di zucchero bianco
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 bustina di vanillina
  • gocce di cioccolato (a volontà)
  • nocciole tritate

3,2,1,…Tiramisù in corso…

Prepariamo la moka di caffè, versiamolo poi in una zuppiera allunghiamolo  con un po’ di latte e lasciamolo raffreddare.

Passiamo alla cremina: in una zuppiera mescoliamo il formaggio spalmabile con i due tipi di zucchero, la marmellata, la vanillina, il cacao, il miele. Lasciamo riposare e partiamo con l’assemblaggio del nostro dolce.

In un recipiente formiamo il primo strato disponendo i pavesini, velocemente inzuppati nel caffè-latte.

tiramisu

Bastano un paio di secondi, altrimenti rischiano di rompersi.

Stendiamo un paio di generose cucchiaiate della nostra cremina sullo strato di biscotti, livelliamo e cospargiamo con gocce di cioccolato (TANTE!)

Procediamo poi al secondo strato con un’ altra fila di pavesini inzuppati  cosparsi con abbondante crema, gocce di cioccolato, nocciole tritate, zucchero di canna.

tiramisu

Ora poniamo il nostro tiramisù, a riposo, in frigo per almeno un’ora.

Trascorso il tempo necessario siamo pronti ad affondare il cucchiaino, meglio cucchiaio, in un incredibile strato di gusto, dolcezza, cremosità ed energia.

tiramisu

Etimologia e significato di tiramisù: imperativo tirare +  pronome personale me + preposizione su; valore energetico e proprietà afrodisiache.
Quando e dove: fine del XVII secolo, in toscana, più precisamente a Siena.

Commenti

Commenti

You Might Also Like